Il kit di Contiamoci: la nostra selezione di prodotti eco-sostenibili

Contiamoci_novembre 2018_alta risoluzione-34.jpgSarebbe bello se qualcuno ti aiutasse a scegliere prodotti ecologici e sostenibili. Qualcuno di cui puoi fidarti, che cerca, sceglie, spulcia, filtra e infine testa una selezione di prodotti green, ecologici e sostenibili, per te e per la tua casa, per aiutarti a compiere scelte eco-friendly e cambiare un passo alla volta le tue abitudini.

Da quando è nato Contiamoci ogni giorno imparo cose nuove, mi assicuro che non siano solo trend alla moda e che le novità e i miglioramenti che posso apportare nella mia vita siano azioni che riducono davvero l’impatto che ho sull’ambiente. Sono alla ricerca di nuove abitudini green per me stessa a e per la mia casa e sono abituata a condividere queste informazioni con chi mi circonda. Quindi perché non condividere anche con voi di Contiamoci una selezione di prodotti green?

Così è nato il kit di Contiamoci: la prima versione, in tiratura limitata.

Per il primo Kit di Contiamoci ho scelto tre prodotti a cui sono molto affezionata. Sono 3 prodotti speciali, scelti perché eco-friendly, ma anche perché secondo me sono un invito alla riflessione: sono semplici, di uso quotidiano e fanno pensare giorno dopo giorno.

Il kit fa per te se:

  • vuoi provare 3 prodotti che ti faranno inquinare meno, 365 giorni all’anno
  • ne hai sentito parlare ma non li hai trovati vicino a te
  • vuoi fare un regalo differente
  • vuoi sostenere economicamente Contiamoci

Voglio il Kit!

Che cosa c’è nel kit.

Nel sacchetto trovi:

  1. uno spazzolino da denti in bambù compostabile al 90% (le setole vanno nell’indifferenziato)
  2. una spugna luffa per lavare piatti e stoviglie ma anche per la doccia. Dura molto di più di una spugna normale per i piatti. È biodegradabile, la butti nell’organico,
  3. 200 grammi di acido citrico, con cui fare in casa 9 diversi detergenti (dall’ammorbidente al brillantante, anticalcare, balsamo e altro) seguendo le semplici ricette incluse nel kit.

Da oggi puoi ordinarlo online e lo riceverai entro pochi giorni ❤

Perché ho scelto proprio loro?

Mi sono interrogata per anni su come sostituire la spugna per i piatti, quella mattonellina gialla e verde che puzza di cadavere, si sbriciola in mille particelle e che è uno dei rifiuti indifferenziati che più mi faceva arrabbiare.
Fino a quando ho scoperto che esiste una spugna vegetale, la zucca luffa, una pianta rampicante che viene coltivata soprattutto nei paesi caldi, ma che si fa strada anche nel freddo nord. Dai suoi frutti, lasciati a seccare sulla pianta e poi sbucciati, si ricava la spugna luffa. I miei produttori preferiti sono sardi: li ho conosciuti a Fa’ la cosa giusta Trento, si chiamano Spugne vegetali di Laura Meloni.

Lo spazzolino è arrivato dopo, quando usavo la luffa ormai da anni. Sono ancora in tanti a non conoscere l’alternativa allo spazzolino di plastica, un altro rifiuto 100% indifferenziato. Il bambù è una risorsa rinnovabile, che assorbe tanta CO2 mentre cresce ed è biodegradabile. Quelli che ho scelto io vengono venduti da Tea Natura, un’azienda virtuosa nelle Marche. Ti ho convinto?

Con l’acido citrico ho raggiunto la pace dei sensi: ci credi che con un solo ingrediente sostituisci 9 prodotti del parco detersivi? È un prodotto naturale che trovi anche nel limone, sotto forma di polvere da diluire in acqua: con un’unica soluzione di base fai ammorbidente, brillantante, anticalcare, eccetera. Nel kit ci sono 200 grammi e un ricettario.

Ordina il Kit subito

Speriamo questo nuovo progetto ti piaccia. Sostienici, passa parola e dicci cosa ne pensi. Noi siamo emozionatissimi!

 

Foto di Marzia Allietta – La nostra Fotonarratrice del cuore.

Annunci

Come eliminare e sostituire le plastiche che contengono BPA (bisfenolo A).

Da anni leggo, studio e cerco informazioni sull’inquinamento da plastica e da Bisfenolo A (BPA). Esistono ricerche molto approfondite e dati tecnici che dimostrano quanto il bisfenolo A interferisca a livello ormonale sia in fase di concepimento che di crescita. Però il limite di questi risultati di ricerche scientifiche sta nel fatto che molte volte sono di difficile lettura o comprensione. Quando ho letto questo articolo ho capito che era quello giusto, e dopo averci pensato un po’ su ho deciso di tradurlo per renderlo accessibile, per fare informazione e divulgazione.  (I numeri che trovate fra parentesi nell’articolo fanno riferimento alle fonti americane. A fondo pagina trovi un elenco dei prodotti che contengono BPA e dei link di approfondimento in italiano). Continua a leggere

10 buone pratiche green che puoi fare fin da subito

Nell’ultimo post ti avevo promesso un elenco di baby step per guidarti passo passo attraverso azioni, testate e collaudate. Avere qualcuno che ti tiene per mano fa una grossa differenza, proprio come quando un neonato impara a camminare.

L’importante è sempre cominciare: scegli una di queste buone pratiche e muovi il primo passo; parti dalle piccole cose. Per aiutarti a ricordare ho preparato un regalo per te: alla fine dell’articolo trovi un PDF con i 10 baby step da stampare.  Continua a leggere

L’ Ecodesign è intorno a noi: 8 oggetti di design sostenibile che esistono già.

L’Ecodesign è una metodologia progettuale secondo la quale l’intero ciclo di vita del prodotto – produzione, uso e dismissione – deve essere tenuto in considerazione in fase di progettazione. Il centro e l’obiettivo devono essere il benessere dell’ambiente e dell’essere umano, come abitante del mondo e come membro di una società, in un rapporto di connessione e ciclicità.

Si parla quindi di progettazione dalla culla alla culla, che sostituisce quella dalla culla alla tombaI vantaggi che ne derivano sono consistenti e coinvolgono i livelli economico, sociale e ambientale. Continua a leggere

Di quella volta che non sapevo se scegliere centrifuga o estrattore.

estrattore

Ti starai chiedendo cosa ci fa una recensione sugli estrattori di succo sul blog di Contiamoci. Ecco se oltre alla solita spremuta d’arancia vorresti succhi sani e ricchi di vitamine non pastorizzati e privi di zuccheri aggiunti, e magari anche evitare di produrre molti rifiuti in vetro e tetrapak allora una recensione e qualche delucidazione su come scegliere un estrattore o una centrifuga può tornare utile.  Continua a leggere