Torino – Non scartare il Natale – BIS

image

Bissiamo! Ti aspettiamo alla Luna’s Torta il 6 dicembre 2014, ore 16 – 19, i posti sono limitati: iscriviti all’evento.

Realizza con noi il tuo regalo di Natale! Invece di comprare un prodotto uguale a tutti gli altri regala un manufatto sostenibile ricco dell’energia e dell’amore che hai messo nella tua creazione.

Tra chiacchiere sostenibili e magnifiche torte, realizza con noi regali e addobbi natalizi partendo da “rifiuti”, ridando vita e dignità a qualcosa che finirebbe nella spazzatura, con un occhio anche al risparmio.

Contributo a partire da 8 € (erogazione liberale)

Siamo anche su facebook dove troverai indicazioni su cosa produrremo, che materiali useremo e poi tante foto dell’edizione precedente.

Ti aspettiamo.

Gli ingredienti di Contiamoci: le persone e le buone pratiche.

concert-community-handIntervista di Carlo Griseri per Tiscali News Piemonte. Guarda il video dell’intervista

TORINO , 18 Nov (Spazi Inclusi) – Funziona come un vero e proprio social network il portale Contiamoci.com , nato a Torino su iniziativa di Greta Golia e Silvano Stralla. Si tratta di una comunità online che collauda e scambia le green action, cioè le buone abitudini pratiche utili a ridurre i danni che provochiamo all’ambiente.

“Ero stanca – racconta Greta Golia – di sentirmi dire che le tante piccole cose che avevo iniziato a fare per ridurre il mio impatto sull’ambiente e vivere in maniera più sostenibile (dalla raccolta differenziata al muovermi sempre meno in auto, tra le altre) fossero solo delle gocce nel mare, che non servissero a nulla: ho pensato fosse giunto il momento di contare queste gocce, perché ero e sono convinta che tutte insieme possano fare qualcosa di importante”.

Agli utenti potenziali i fondatori del social network mandano un invito semplice e chiaro: “Trovate buone idee che diventino buone pratiche, inventatele, guardate come le applicano gli altri, provatele, perfezionatele, insegnatele”.

Sul sito Contiamoci.com si possono leggere e condividere già moltissime idee, dalle più semplici alle più complesse, dalle più originali a quelle che tutti potremmo iniziare a compiere dall’oggi al domani, senza complicarci la vita ma riducendo di molto il nostro impatto ambientale.

“Una volta registrati al sito – spiega Silvano Stralla – si può navigare in libertà, leggere le varie pratiche segnalate dagli altri o caricare la propria. Una volta scelta una pratiche che ci è affine, si può scegliere di ‘seguirla’, oppure di seguirne l’autore – per scoprire se ne pubblicherà di altre. In questo modo il sistema provvederà a recapitare nella mail di ogni iscritto notifiche, aggiornamenti e quant’altro limitandosi solo alle cose che ci interessano di più e aiutandoci così nella navigazione”.

Il social network offre così anche la possibilità di interazione tra gli utenti, per chiedere maggiori informazioni su una ‘buona pratica’ o anche per segnalarne una personale modifica o miglioria. “L’idea è quella di costruire una vera e propria comunità che possa dialogare, sostenersi, ispirarsi e consigliarsi”.

Comunità non solo online, perché a Torino – allargandosi poi al resto d’Italia – sono iniziati una serie di incontri alla libreria Belgravia in cui gli utenti possono incontrarsi e imparare dal vero a farsi i propri detersivi, a costruire regali di Natale originale utilizzando materiali di riciclo e molto altro ancora.

Carlo Griseri. Tiscali News Piemonte. Via: http://video.tiscali.it/

Photo via Visual Hunt

Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti: facciamoci la carta

Contiamoci.com e la Libreria Belgravia partecipano alla Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (SERR) 2014 con un workshop per le scuole e non solo, per sensibilizzare studenti, adulti e bambini sull’impatto che il nostro stile di vita e le nostre scelte hanno sull’ambiente.

Sei un insegnante, una scuola, uno studente, o un semplice cittadino interessato a ridurre il proprio impatto ambientale, curioso di scoprire un modo di vivere sostenibile?

Ti aspettiamo Lunedì 24 e Martedì 25 Novembre 2014 – dalle 09:00 alle 13:00 alla Libreria Belgravia, Via Vicoforte 14/d, Torino.

Riflessioni e laboratorio: ”Vuoi carta bianca? La fai tu”. Come trasformare uno scarto in una risorsa.

Riflessioni, proposte e soluzioni a basso impatto per il portafoglio e l’ambiente. Esempi di buone pratiche per ridurre il consumo di carta. Parliamo anche di marchi e certificazioni. Laboratorio di autoproduzione. Realizziamo insieme fogli di carta riciclata partendo da carta straccia.

Primo #contiamocilab: realizza con noi regali e addobbi natalizi partendo da “rifiuti”.

Realizza con noi il tuo regalo di Natale! Invece di comprare un prodotto uguale a tutti gli altri regala un manufatto sostenibile ricco dell’energia e dell’amore che hai messo nella tua creazione.

Tra chiacchiere sostenibili e torte autoprodotte, realizza con noi regali e addobbi natalizi partendo da “rifiuti”, ridando vita e dignità a qualcosa che finirebbe nella spazzatura, con un occhio anche al risparmio.

Contributo a partire da 8 € (erogazione liberale)

Ti aspettiamo i posti sono limitati.

Libreria Belgravia — 29 nov 2014, ore 16 – 19
Luna’s Torta — 6 dic 2014, ore 16 – 19

C’è anche l’evento su facebook dove troverai indicazione su cosa produrremo, che materiali useremo e poi tante foto.

Appuntamenti ricchi

agenda-pressure-plans-timeNovembre e Dicembre sono ricchi di appuntamenti: ecco dove siamo nei prossimi due mesi. Ed è appena l’inizio, perché a gennaio partono i nostri corsi: stay tuned.

Cena di co-creazione della Gastronomia Vegetariana

Venerdì 14 novembre alle 20:00

image

Per i torinesi la Gastronomia Vegetariana è un punto di riferimento dove trovare ottimo cibo e belle idee. La Gastronomia si rinnova e, durante la seconda cena di co-creazione, ragioneremo insieme sulle differenze tra biologico, certificato o meno, chilometro zero e — perché no?— autoprodotto sul balcone o in un orto urbano.

Partecipa anche tu

BUONE PRATICHE CHE CONTANO. IL SAPERE CHE VALE

Giovedì 20 novembre 2014 — ore 20:30

image

Contiamoci.com e Saperepopolare, Casa editrice/libreria online che racconta l’Italia e le storie della gente comune che la abita, sono nati quasi contemporaneamente per lanciare e lasciare un segno di cambiamento. A partire dal basso.

Ora Contiamoci.com e Saperepopolare sono insieme per sperimentare anche in un luogo fisico un progetto di concreta partecipazione e condivisione che prevede, nella prima fase, laboratori di informazione, divulgazione e autoproduzione e, nella seconda, incontri di approfondimento — con la presenza di specialisti — su alimentazione, mobilità consapevole, cura del territorio e social innovation. Partecipa.

Settimana Europea per la riduzione dei Rifiuti

Riflessioni e laboratorio: “Vuoi carta bianca? La fai tu”.  Come trasformare uno scarto in una risorsa.

Lunedì 24 e Martedì 25 Novembre 2014 dalle 09:00 alle 13:00
Libreria Belgravia, Via Vicoforte 14/d Torino

Sei un insegnante, una scuola, uno studente, o un semplice cittadino? 

image

Contiamoci.com e la Libreria Belgravia partecipano alla Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (SERR) con un workshop per le scuole e non solo, per sensibilizzare studenti, adulti e bambini sull’impatto che il nostro stile di vita e le nostre scelte hanno sull’ambiente.

Riflessioni, proposte e soluzioni a basso impatto per il portafoglio e l’ambiente. Esempi di buone pratiche per ridurre il consumo di carta. Parliamo anche di marchi e certificazioni. Laboratorio di autoproduzione. Realizziamo insieme fogli di carta riciclata partendo da carta straccia.

Laboratorio: Non scartare il Natale

Libreria Belgravia — 29 nov 2014, ore 16 – 19
Luna’s Torta — 6 dic 2014, ore 16 – 19
Contributo a partire da 8 € (erogazione liberale)

image

Vivi un Natale più sostenibile: fai un regalo a tutti, anche al mondo. Realizza con noi regali e addobbi natalizi partendo da “rifiuti”, ridando vita e dignità a qualcosa che finirebbe nella spazzatura, con un occhio anche al risparmio.

Oggetti autoprodotti, riciclati, creativi, sostenibili, a basso impatto, fatti con materiali di riciclo, per immaginare e creare il Tuo Natale “differente e differenziato”.

I posti sono limitati, è gradita la prenotazione.

Contiamoci: una community per le buone pratiche green

watering-can-casting-water-irrigation-garden-pot

Davide Mazzocco scrive:

Molto spesso l’essenza di un’idea è racchiusa in piccoli dettagli. Quando ho conosciuto Greta Golia e Silvano Stralla mi hanno dato un volantino stampato sul lato bianco di un foglio recuperato da una fotocopia. Un piccolo gesto rivelatore di come si possa cominciare dal piccolo a cambiare davvero le cose.

E su Ecoblog.it trovi l’articolo completo.

Photo via Visual Hunt

Rifiuti, risorsa destinata ad una seconda vita

5597359461_37c1de1008_o
Il 30 settembre si è svolto a Torino un seminario, organizzato dalla Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Torino e dal Laboratorio Chimico della Camera di commercio di Torino, intitolato “Rifiuti, risorsa destinata ad una seconda vita”. Noi di Contiamoci siamo stati invitati a parteciparvi, non solo come uditori ma come relatori, e abbiamo avuto così la possibilità di farci conoscere e di parlare del nostro social network ad una platea di consumatori finali e di aziende.

Il programma era molto ricco, con interventi che spaziavano dalle nuove normative europee  al nuovo sistema di tracciabilità dei rifiuti, dalle testimonianze di aziende leader piemontesi in materia di trasformazione dei rifiuti all’informazione della presenza di fondi europei per l’innovazione in campo ambientale, e all’anticipazione del rapporto annuale sull’andamento del mercato del riciclo (L’Italia del riciclo) che ogni anno offre un quadro completo dello “stato dell’arte” nel nostro paese.

Alcuni interventi ci sono sembrati veramente interessanti: non conoscevamo quale fosse il destino degli Penumatici Fuori Uso, cosa succede dopo la loro raccolta e lo smaltimento, o quale fosse la definizione corretta di “End of Waste” che la direttiva europea 2008/98 ha introdotto (un rifiuto può “uscire” dal suo status e diventare un prodotto utile, che ha mercato e domanda, soddisfacendo requisiti tecnici e non impattando sull’ambiente e sulla salute umana); o che, a giudicare dalle domande arrivate dal pubblico ai relatori, ci siano ancora molti dubbi sul concetto di “rifiuto” e sulla sua definizione. L’informazione corretta e approfondita può davvero fare la differenza.

Ci sono arrivati dati molto incoraggianti: in Italia la raccolta differenziata si attesta al 42,3%, in crescita ogni anno (anche se ancora lontana dalle indicazioni UE), sono 9000 le imprese impegnate nel settore del riciclo, con un fatturato di circa 34 miliardi di euro, ciò significa che il rifiuto è diventato una risorsa, prodotti che generano posti di lavoro, economia, business. Tutto molto positivo, certo, rispetto a un passato dove il rifiuto era semplicemente qualcosa di cui disfarsi, qualcosa da seppellire in discarica. Due R vengono rispettate, mi viene da dire quasi nobilitate: Recuperare e Riciclare.

Ma c’era una nota leggermente stonata in quel seminario, secondo noi. Dove si collocavano almeno altre due R? Finché un ragazzo, un utente presumibilmente, ha fatto una semplice domanda: “Ma che cosa posso fare io, come cittadino?”. Nessuno ne ha parlato quella mattina… tranne Contiamoci, che rappresentava gli utenti iscritti… e anche quelli non iscritti. Ridurre, questa è la parola magica per noi, l’unica strada veramente rivoluzionaria in questo momento.

Abbiamo imparato a Raccogliere, a Recuperare, a Riciclare, bene è ora di Riutilizzare e Ridurre, in ogni campo della nostra vita. Per fare spazio, e dove c’è spazio ci sono opportunità e possibilità. Leggevo proprio stamattina che i veri progressi sono lenti e possono venire solo da una coscienza collettiva, mi piace allora pensare alle nostre gocce che faranno l’oceano del Ridurre sempre più grande! E ringrazio tantissimo quel ragazzo, anche se è andato via prima di poter sentire la nostra risposta alla sua domanda.

Sul sito della CCIA trovate gli interventi e slide del seminario.

Scritto da: Annalisa Bianco utente di Contiamoci da oltre un anno. Photo via VisualHunt.com

La panchina una poesia di Oliver Haag

e e cummings bench

La Panchina è una poesia scritta da Oliver Haag @ollipaz nata e immaginata come una canzone. Oliver ci ha regalato questa poesia nella buona pratica: “La piccola strategia del non importa”.

Vi è mai capitato di osservare una panchina lungo il viale di un parco o sotto un albero nel prato, per un’ora o due, o per tutta la mattina: avrete certo visto, non ha mai rifiutato il sedere di nessuno, non ha avuto pregiudizi verso il vecchio col bastone che voleva riposarsi o verso la signora con la borsa degli acquisti e non ha guardato male i due ragazzi ad abbracciarsi e baciarsi.

Mentre il mondo attorno non si ama, non si fida di ognuno o tutto ciò che sia estraneo, deve prima giudicare ciò ch’è bene, ciò che ha fama di esser conveniente, gradevolmente sano e rispettoso delle regole e delle convenzioni e per fare, creare, pensare e lavorare ci vogliono permessi e certificazioni, e “se non sei dei nostri” allora “puoi anche sloggiare”…

Ma là nel verde la panchina aspetta nel silenzio e ti accoglie e ti conforta senza alcuna xenofobia, e puoi stare tranquillo perché lei non sentenzia, è come se dicesse “quando tu vuoi andare via… io aspetterò qualcun altro senza rimpianti o pretese”. Lei osserva divertita un cagnolino alzar la zampa e non batte ciglio se chi si siede è un pallido cinese, uno “zingaro”, un polacco oppure un nero dello Zambia.

Non esistono culture, non esiston più le razze, negli occhi della panchina il mondo attorno è un tutt’uno e lei si fonde con la luce del paesaggio e delle piazze che appartengono a chi li apprezza – a tutti e a nessuno. E chi si siede un minuto a osservare il movimento che circonda ogni luogo d’irreversibile cinismo, potrà sentirsi un attimo al di fuori del tempo e come la panchina, un passeggero del cosmo.

Foto di Tony Fischer Photography on Flickr